Skip to content

Merenda a scuola

Pasto intermedio tra colazione e pranzo, momento fondamentale di educazione alimentare

pic

Cosa mettere nello zainetto del nostro bambino per fare merenda a scuola? Si tratta di un mini pasto importante per il piccolo, intermedio tra due pasti principali come la colazione e il pranzo. Per educare il bambino a una alimentazione variegata e salutare occorre tenere d’occhio le calorie ed evitare gli snack ipercalorici: rallentano la digestione, abbassano i livelli di attenzione e compromettono l’appetito all’ora di pranzo. Meglio abituare il bimbo a conoscere sapori, consistenze e alimenti corretti per quel momento della giornata e che imparerà a consumare come merenda perché sani e nutrienti. Per esempio?

- Torte, crostate e dolcetti caserecci: ciambellone integrale, brownies, torta paradiso, torta di mele o alle carote, crostata di frutta o alla marmellata (meglio bio o fatta in casa), fatti in casa e sempre in piccole porzioni da riporre in un contenitore ermetico per alimenti.

- Biscotti e barrette ai cereali: biscottini o barrette ai cereali fatti in casa, magari amalgamandone l’impasto con cereali biologici per bambini.

- Pane e marmellata: un classico della merenda all’italiana, meglio se con marmellata casalinga o biologica.

- Pane e cioccolata: se proprio il vostro bimbo non sa resistere alla crema al cioccolato, provate a farne una versione casalinga, dosando con cura zuccheri e grassi.

- Panini e tramezzini: con formaggio o mozzarella, prosciutto cotto o una fettina di tacchino, con una fettina di frittata o delle verdure grigliate. Come sempre, fate attenzione alle porzioni e alle proporzioni della merenda.

- Frutta fresca: sbucciatela e tagliatela a pezzetti, da portare a scuola in un contenitore ermetico per alimenti.

- Frutta secca: mandorle, noccioline, uvetta, albicocche, per 30-40 gr di frutta. Attenzione in questo caso a eventuali allergie alimentari del bambino.

- Frutta disidratata: mele, banane, cocco, mango, papaia, fichi,… ammesso che abbiano pochi zuccheri aggiunti.

- Formaggi: Parmigiano o Grana a pezzetti.

- Crackers integrali, all’olio extra vergine d’oliva, al sesamo,

I bambini possono mostrare resistenza e rifiuto verso alcuni cibi poiché, se da un lato sono attirati dai dolciumi industriali e dalle merende dei compagni, dall’altro hanno bisogno di imparare a conoscere e condividere in famiglia oltre che a scuola alimenti sani e genuini, magari meno appariscenti e dolcificati di quelli confezionati, ma senz’altro più salutari.

Fonti: Nonsprecare.it, Alimentazionebambini.e-coop.it, PianetaMamma.it, Soluzionidicasa.com

Tags: , , ,

Commenti

Le risposte dei nostri lettori.

Non ci sono commenti.

Aggiungi un commento

Scrivici per dirci cosa pensi dell'articolo.

Immagine CAPTCHA
*