Skip to content

Farro nello Svezzamento: Consigli e Ricette

Digeribile e nutritivo: scopriamo assieme come introdurlo nello svezzamento del bambino.

Farro Svezzamento

Fra i cibi che compongono un’alimentazione corretta e sana, il farro è considerato indispensabile in particolare per la crescita del bambino, grazie alla presenza di vitamine, fibre, sali minerali e proteine.

Si tratta di un cereale molto nutriente, saporito e ricco soprattutto di minerali – fosforo, potassio, magnesio, sodio, calcio – indispensabili per lo sviluppo psico-fisico dei più piccoli.

Il Farro  è un cereale  ad elevata digeribilità, formato in prevalenza da sostanze anallergiche, e può essere preso in considerazione come un’alternativa al grano.

Le proteine sono in grado di garantire all’organismo gli aminoacidi essenziali, quali leucina, arginina ed acido aspartico. La presenza di proteine, vitamina B, acidi grassi essenziali e ferro permettono al farro di svolgere un’azione anti-anemica e ricostituente.
Le fibre servono a stimolare la funzione intestinale, aiutando così l’organismo del bambino ad assorbire in maniera più rapida le sostanze nutritive. In caso di stitichezza, il farro può rivelarsi molto utile poiché è un emolliente intestinale. Fra le altre proprietà di questo cereale, c’è anche quella anti-invecchiamento, grazie al selenio, il quale è in grado di combattere i principali responsabili dell’invecchiamento delle cellule, ovvero i radicali liberi.

È possibile introdurre il farro nella dieta del bimbo solitamente a cominciare dai 6 mesi di età, anche se in ogni caso sarà il pediatra ad indicare il momento più adatto, magari cominciando a somministrarlo come semola per poi aggiungerlo, in un secondo momento, alla minestrina. Per la pasta di farro, invece, è necessario aspettare i 18 mesi.

Il farro può essere introdotto al neonato anche sotto forma di Biscotti Biologici da sbriciolare nel biberon.

Si tratta di un cereale semplice da cucinare grazie anche alle pappe pronte, come ad esempio la Crema al Farro di BioBimbo.
Al preparato è sufficiente aggiungere una carota e una zucchina tagliate a pezzettini e rosolate in pentolino per poi tritarle fino ad ottenere una soluzione cremosa.

Ecco la ricetta completa:

- due zucchine
- due carote
- Crema di Farro BioBimbo
- due cucchiai di ricotta vaccina (oppure caprina, più leggera)
- due cucchiai di olio di oliva
- quattro foglie piccole di basilico

Si comincia pulendo e tagliando a pezzettini zucchine e carote, che poi andranno rosolate per pochi minuti in padella insieme a olio e Crema di Farro. Quindi aggiungere l’acqua (tre bicchieri circa), dopo averla fatta bollire, e lasciar cuocere per venti minuti, fin quando verdure e farro saranno cotte al punto giusto. Se occorre, aggiungere ulteriore acqua; quella in eccesso verrà fatta asciugare in un secondo momento. La pappa è quasi pronta, non resta che lasciarla intiepidire e aggiungere le foglie di basilico fatte a pezzettini e la ricotta (in alternativa può essere utilizzata la robiola). Se la pappetta è destinata ai bimbi più piccoli, che potrebbero non gradire un alimento troppo consistente, è consigliato tritare il tutto con un frullatore ad immersione sino a renderlo una sorta di crema.

Tags: , ,

Commenti

Le risposte dei nostri lettori.

Non ci sono commenti.

Aggiungi un commento

Scrivici per dirci cosa pensi dell'articolo.

Immagine CAPTCHA
*