Skip to content

Crema di Riso: Ricetta per Lo Svezzamento

Ecco un nostro consiglio per preparare le prime pappe iniziando il neonato anche alle verdure.

Svezzamento Crema di Riso

Lo svezzamento di un bambino è un momento importante della sua vita, poiché segna il passaggio da un’alimentazione composta soltanto da latte ad una fatta di cibi semi-solidi. Il primo contatto con nuovi tipi di alimenti è fondamentale perché diversi studi hanno dimostrato che l’alimentazione dell’età infantile può influire sulla sua salute da adulto.

La prima pappa sarà composta da brodo vegetale e crema di riso. Ecco in che modo procedere.

Gli ingredienti per il brodo vegetale sono:
• 1 carota
• 1 cipolla
• 1 pomodoro maturo
• 1 zucchina
Gli ortaggi vanno tagliati a pezzi piccoli, così da far sciogliere i sali minerali nel brodo. I vari ingredienti vanno poi cotti a fuoco lento, sino a ridurre della metà il liquido di cottura, dopodiché bisogna filtrare l’insieme con un colino, senza premere.

A questo punto versare all’incirca 200ml di brodo – che dev’essere tiepido – in una ciotola e poi aggiungere sopra 15-20 grammi (che corrispondono a 2-3 cucchiai) di crema di riso Biobimbo, indicata per lo svezzamento poiché non contiene glutine.

La crema di riso possiede carboidrati e pochi grassi e, come si è potuto notare, è di veloce preparazione e non è necessaria la cottura. Insieme al brodo, la crema diventa un alimento altamente digeribile e facile da assimilare.

La pappa va poi condita con 1 cucchiaio di olio d’oliva extravergine. Molto importante: niente sale, che deve restare assente dalla dieta del bimbo durante i primi dodici mesi di vita.
Allo stesso modo è meglio non aggiungere subito il formaggio grattugiato alla pappa, proprio perché formaggi come grana padano e parmigiano reggiano contengono un quantitativo di sali eccessivo per un bimbo. Contengono, inoltre, anche molte proteine, accusate da diverse ricerche di essere causa di obesità in età successiva. Il carico di proteine dei formaggi andrebbe ad aumentare sia il numero delle cellule adipose che il loro volume.
La scelta delle verdure è decisiva per fornire al bimbo il giusto apporto di sali minerali, sostanze anti-ossidanti e vitamine. Ecco perché sono stati scelti questi quattro ortaggi per il brodo vegetale.
carota: contiene due efficaci anti-ossidanti quali criptoxantina e β-carotene e il suo gusto dolce e leggero è particolarmente indicato per i più piccoli. Fra i sali minerali contenuti ci sono calcio, sodio, fosforo, magnesio e potassio
pomodoro: ricchissimo di vitamine (A, C, E, B1, B2, B6) e sali minerali come ferro, iodio, fosforo e potassio e, quand’è maturo, contiene anche un potente anti-ossidante, il licopene. Le sue proprietà non vengono influenzate dalla cottura perché non è un anti-ossidante termolabile
zucchina: fra gli ortaggi è uno dei più digeribili, dunque perfetto per lo svezzamento. Ha una bassa quantità di amidi e calorie e un’alta concentrazione di vitamine e minerali
cipolla: la sua particolarità è la inulina, uno zucchero naturale che contrasta i germi cattivi dell’intestino favorendo quelli “buoni”, come bifidobatteri e lattobacilli

Per l’intero primo anno di età sono invece da evitare verdure quali lattuga, bietole e spinaci, in quanto ad alto tasso di nitrati. Per lo stesso motivo va controllata l’acqua minerale, per assicurarsi che i nitrati siano inferiori a 10mg/l. Da evitare per i primi 12 mesi anche la patata (che contiene solanina, sostanza tossica che i più piccoli non sono in grado di neutralizzare) e il miele, che può provocare botulismo infantile (la tossina botulinica può proliferare in maniera incontrollata nell’intestino ancora “immaturo” del bimbo).

Tags: , , ,

Commenti

Le risposte dei nostri lettori.

Non ci sono commenti.

Aggiungi un commento

Scrivici per dirci cosa pensi dell'articolo.

Immagine CAPTCHA
*