Skip to content

Aria condizionata e bambini

Sì al condizionatore in casa e in auto, ma attenzione a filtri e temperature

clima_bimbi

Il condizionatore d’estate fa male ai bambini? E in auto, come bisogna utilizzarlo? L’uso dei condizionatori in casa e in automobile è certamente consentito in presenza di bambini. Attenzione però all’uso che se ne fa e alle temperature che si impostano. A soffrire la calura estiva sono soprattutto i bambini molto piccoli nei quali il sistema di autoregolazione della temperatura corporea è ancora in “fase di rodaggio”.

Di conseguenza è facile che i bambini siano soggetti a colpi di calore e ipersudorazione, spesso anche di notte. Dunque via libera alla climatizzazione degli ambienti, ma per gestire al meglio apparecchiature refrigeranti e la salute dei più piccoli bisogna adottare alcuni accorgimenti. Innanzitutto, pulire i filtri del condizionatore che possono veicolare virus e batteri dannosi alle vie respiratorie. La frequenza della pulizia dei filtri varia a seconda dell’intensità dell’uso del climatizzatore: in media si consiglia di igienizzarli ogni 15 giorni, con l’aspirapolvere o dell’acqua corrente, per poi lasciarli asciugare all’aperto, al riparo dal sole. In macchina, il filtro del condizionatore è bene farlo ripulire ogni volta che si fa il tagliando dell’auto. E a quanti gradi impostare l’aria condizionata? Quattro o cinque gradi in meno rispetto alla temperatura dell’ambiente circostante.

Nel caso dell’auto, prima di far salire a bordo il bimbo, accendete il condizionatore di alcuni gradi al di sotto della temperatura esterna, in modo che lo sbalzo di temperatura sia più soft e indiretto. Raggiunta la temperature ideale, inoltre, si può scegliere di impostare la sola modalità di deumidificazione dell’aria, che abbassa i livelli di calore percepito e regala sollievo anche con 26°-27° di temperatura ambientale.

Infine, non dimenticate di aprire le finestre e arieggiare la stanza del piccolo per qualche minuto più volte al giorno: eviterete così il depositarsi di sostanze inquinanti negli spazi casalinghi frequentati dal bimbo.

Fonti: http://www.nostrofiglio.it/
http://www.pianetamamma.it

Tags: , , ,

Commenti

Le risposte dei nostri lettori.

Non ci sono commenti.

Aggiungi un commento

Scrivici per dirci cosa pensi dell'articolo.

Immagine CAPTCHA
*